French (Fr)English (United Kingdom)Italian - Italy

"Non percorrere mai un cammino già tracciato, perchè porta solo dove altri sono già andati".  Alexandre Graham BELL

Benvenuti PDF Stampa E-mail

E se dipendesse dai denti... soprattutto quando vengono serrati fortemente?

argaiv1994

 

Principio scientifico: ogni stimolazione troppo intensa e/o troppo prolungata in un soggetto stressato può influenzare tutto l'organismo.

 

 

  

 

Osservazioni e constatazioni:
* I denti non sono mai in contatto, se non al momento della masticazione e della deglutizione, più raramente durante la fonazione.
* Così, quando si toccano, i denti non inviano obbligatoriamente un messaggio doloroso, bensì, più spesso, di tipo tattile (non doloroso): più il dente è sollecitato, più intenso è il messaggio.
*Tutti questi messaggi arrivano ai centri nervosi superiori (cervello) attraverso il nervo Trigemino (destro e sinistro).


* Purtroppo: involontariamente alcune persone ansiose, introverse o frustrate, "contraggono le mascelle a denti serrati" al di fuori dei normali contesti prima menzionati: si parla quindi di "parafunzione".
*Se si verificano condizioni di stress intenso o prolungato, possono appalesarsi dolori e problemi sconcertanti per gli operatori ed invalidanti per queste persone.
* I denti sono concepiti come pezzi d'osso "che fanno male" ed inseriti nell'osso, da parte del 95% della popolazione, lo sappiamo per esperienza.
Questo schema può sembrare un pò riduttivo rispetto alla realtà. I medici dello sport ammettono la possibilità di una tendinite del tendine d'Achille d'origine dentaria.
Dato il principio scientifico indiscutibile prima enunciato, nel XXI secolo lo scetticismo non è più opportuno.


Partendo dai dati anatomo-neurofisiologici, questo sito intende aiutare il lettore ad aggiornare le sue conoscenze sul ruolo dei denti, dei muscoli masticatori e delle articolazioni dei mascellari in seno alla sfera orale. Le conseguenze possono realizzarsi in termini di dolori vaghi e sorprendenti, così come di problemi inattesi.
Quando un soggetto "contrae fortemente e molto spesso i mascellari, a denti serrati", si dovrà riconsiderare una diagnosi, forse frettolosa, di fibromialgia o di sindrome da affaticamento cronico.


E'anche una speranza di questo sito...


Dobbiamo altresì al Professore Albert Jeanmonod questa eccellente espressione: "contrattura dei mascellari a denti serrati". Essa ci permette di fare una precisa distinzione col digrignamento.In effetti nei paesi francofoni, se si parla di bruxismo, la maggiorparte delle persone non pensa che al digrignamento dei denti.L'espressione ideata da Jeanmonod permette ai pazienti di comprendere la differenza tra bruxismo eccentrico, "grinding", ed il bruxismo centrato, "clenching".E' essenzialmente quest'ultimo l'origine dei dolori riferiti e dei problemi associati che tratteremo in questa sede.

Questo sito intende rendergli omaggio.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 20 Maggio 2015 17:10
 
Home